Biblioteca di Ateneo – Università di Napoli “Parthenope”

La Biblioteca di Ateneo dell’Università “Parthenope” è l’insieme coordinato delle sedi (attualmente due: la Biblioteca centrale in via Acton 38 – che è centro amministrativo del sistema e punto di servizio per le aree di Giurisprudenza, Economia e Scienze motorie – e la Biblioteca del Polo di Ingegneria e Scienze e Tecnologie al Centro Direzionale) e dei servizi finalizzati ad accrescere la disponibilità, la conoscenza e le opportunità di utilizzo di risorse bibliografiche rilevanti per la ricerca e la didattica, acquisite al patrimonio dell’Ateneo o altrimenti reperibili.

Fu fondata nel 1919-1920, contestualmente alla nascita dell’allora Regio Istituto Superiore Navale, quando l’Istituto ottenne in gestione la biblioteca della Marina Militare – Dipartimento del Basso Tirreno, per la formazione degli allievi ufficiali. Tale collezione, iniziata durante il regno borbonico, oggi è parte fondamentale del fondo antico e storico della Biblioteca di Ateneo. A partire dal 2003-2004, la Biblioteca ha puntato molto sullo sviluppo delle collezioni e dei servizi digitali. Oggi gli abbonamenti a banche dati, e-journals ed e-books accessibili dal luogo e nel momento scelti dall’utente costituiscono la parte rilevante della spesa annuale sostenuta per acquisti di pubblicazioni.

La Biblioteca partecipa a numerosi network interbibliotecari nazionali (ACNP, NILDE, ESSPER) per l’integrazione delle informazioni bibliografiche e il prestito interbibliotecario e, dal 2015, condivide con i sistemi bibliotecari degli Atenei della Campania e della Basilicata una carta dei servizi comuni a beneficio soprattutto degli studenti, un catalogo collettivo in linked open data, progetti di editoria Open Access. Oltre ai servizi di base (consultazione, prestito, fornitura di riproduzioni), la Biblioteca cura i servizi personalizzati di reference, attività di consulenza che vanno dalla ricerca di documenti e informazioni all’addestramento dell’utente alle metodologie della ricerca bibliografica e all’uso degli strumenti e delle risorse disponibili in rete.

I servizi della Biblioteca sono modellati sulle necessità di studenti, docenti e personale amministrativo, tecnico e bibliotecario dell’Ateneo, ma sono da sempre aperti al pubblico generale, in un’ottica di apertura e trasferimento delle conoscenze al territorio e al pubblico locale e remoto.

COLLEZIONI E PATRIMONIO

Le collezioni a stampa e digitali rispecchiano l’evoluzione degli studi svolti nell’Ateneo, oggi articolato nei Dipartimenti di Giurisprudenza, Ingegneria, Scienze e Tecnologie, Scienze motorie e del benessere, Studi aziendali e quantitativi, Studi aziendali ed economici,  Studi economici e giuridici. In particolare, la raccolta a stampa (libri e riviste) consta di circa 50.000 volumi, mentre gli abbonamenti a risorse online corrispondono a banche dati fattuali, citazionali e full text di e-journals ed e-books pari a circa 40.000 items.

Nell’ambito della raccolta storica, si segnalano circa 4.000  volumi corrispondenti a una parte della collezione appartenuta alla Biblioteca della Marina militare – Dipartimento del Basso Tirreno. Questa collezione, denominata “Fondo borbonico” perché il nucleo iniziale di tale collezione reca il giglio della Real Casa di Borbone, comprende alcune cinquecentine e secentine e numerose edizioni  dei secoli XVIII, XIX e dell’inizio del XX secolo e fu creata per la formazione degli allievi ufficiali di marina. Dal punto di vista della copertura tematica, il “Fondo borbonico” comprende opere di geografia, scienze nautiche, storia, legislazione, letteratura. cartoline… ).

Recapiti

Indirizzo
Via F. Acton, 38
(sede centrale)
80133
Napoli

contatti


Telefono
081 5475221

E-mail
biblioteca@uniparthenope.it

Sito web
http://biblioteca.uniparthenope.it

p
altre informazioni

Proprietà: Pubblico

Ente Proprietario: Università di Napoli “Parthenope”

Orari e giorni di apertura
Lunedi-giovedì 8.30-17.00; venerdì 8.30-14.00

Ingresso: Libero e gratuito (su esibizione di un documento di identità valido)
Accessibile:

Altri luoghi